GARANTIAMO il tuo shopping a 360 GRADI
 
Guadagna Punti Spesa Guadagna PUNTI SPESA
e trasformali in EURO
 
Sconto di Benvenuto SCONTO DI BENVENUTO
del 10% sulla tua spesa
 

MioBIO News

Un'alimentazione sana e naturale

  • MSM un integratore per giunture e capelli

     

    MSM: di cosa si tratta

    Il metilsulfonilmetano o più semplicemente MSM è un composto organico contenente zolfo, facilmente assimilabile dal nostro corpo. Questa biodisponibilità rende questa molecola la soluzione indicata nel caso si necessiti di sessioni integrative di zolfo.

    Lo zolfo nel nostro organismo

    Si tratta del settimo elemento più richiesto nell'organismo umano, paragonabile al potassio e viene impiegato in alcuni ormoni, come l'insulina, nelle molecole di alcune vitamine e in quelle che compongono le cartilagini articolari. Si trova anche negli amminoacidi della muscolatura, come taurina e omocisteina e in grassi complessi che compongono il tessuto nervoso.

    Utilizzi

    È facile comprendere come la presenza di zolfo negli impieghi citati, significhi che in tali situazioni il giusto apporto di questo minerale è fondamentale. Tuttavia l'utilizzo di zolfo, e quindi di MSM, è particolarmente utile nelle seguenti situazioni.


    metilsulfonilmetano

    Lo zolfo conferisce forza ai legami presenti nelle strutture proteiche e questo è il motivo della sua presenza negli integratori per la crescita dei capelli.

    Lo zolfo è presente nella sintesi di collagene e favorisce la stabilizzazione del tessuto connettivo delle cartilagini stesse. Contribuisce perciò a mantenere la flessibilità delle giunture. Questa proprietà è utile specialmente come prassi preventiva negli sportivi, ma viene scelta anche per contrastare le infiammazioni articolari già conclamate.

    Attualmente sono allo studio altri possibili benefici dell'MSM che proteggerebbe i muscoli dall'ossidamento provocato dai radicali liberi e, addirittura, andrebbe a svolgere un'azione antitumorale.

    MioBIO Discount consiglia All'interno del nostro negozio online, puoi trovare l'eccellente proposta di MSM della Higher Nature.
    msm_hn_compresse






    Informativa sul BLOG

  • Il potere disintossicante della Clorella

     

    La capacità disintossicante

    La clorella è una microalga verde (chloros in greco significa verde) ricchissima di clorofilla: ne contiene dalle 10 alle 100 volte in più rispetto ai vegetali a foglia verde.

    1. Per questo viene utilizzata intensamente nelle terapie di disintossicazione dell'organismo.
    2. Aiuta a drenare dal fegato elementi tossici, come metalli pesanti e residui di concimi e pesticidi.
    3. Riequilibra la flora batterica dell'intestino.

    clorella

    Proprietà della Clorella

    Particolarmente importante è il suo contenuto proteico, possiede tutti gli amminoacidi essenziali, ed è pertanto in grado di supportare le prestazione sportive.

    Molto ricca di ferro, aiuta a combattere le anemie, contiene anche altri importanti minerali come zinco, potassio, fosforo e magnesio.

    Tra le vitamine di cui la clorella ha abbondanti riserve, ci sono il betacarotene (Vit.A), le vitamine del gruppo B, la C e la E. Pertanto è notevole il suo contributo al sistema immunitario.

    Una "sorella" d'alto rango

    E' molto simile, in termini nutrizionali, alla spirulina. Quest'ultima ha più betacarotene ma meno clorofilla.

    In passato era poco considerata per via della difficile digeribilità, recentemente è entrata alla ribalta grazie alla tecnica di rottura delle membrane cellulari, che consente un facile e completo assorbimento di tutti i nutrienti racchiusi al suo interno.

    MioBIO Discount consiglia All'interno del nostro negozio online, puoi trovare un'ampia gamma di Prodotti con CLORELLA, tutti contengono l'alga in forma purissima, certificata vegan, certificata biologica e senza glutine.





    Informativa sul BLOG

  • Quinoa, un alimento digeribile e nutriente

     

    Un alimento... importante

    Originaria della Bolivia, la quinoa è una pianta arbustiva, appartenente alla stessa famiglia delle bietole. Nutrizionalmente è un alimento altamente digeribile, privo di glutine, proteico e con poche calorie.

    È inoltre una pianta facile da coltivare e un alimento particolarmente dotato di proprietà nutritive, tant'é che sembra venga considerata alle Nazioni Unite come l'arma perfetta per sanare la piaga della fame nel mondo.

    quinoa

    Proprietà

    1. Contiene fibre e minerali, come fosforo, magnesio, ferro, zinco e calcio, a cui si aggiungono le vitamine A ed E.
    2. È un’ottima fonte di proteine vegetali, migliore di di riso, miglio e grano. Contiene infatti tutti i 9 aminoacidi essenziali che il nostro organismo non riesce a sintetizzare e che ha bisogno di assumere dalla dieta.
    3. Presenta un buon equilibrio tra proteine e carboidrati.
    4. Contiene grassi in prevalenza insaturi.
    5. L'assenza di glutine la rende adatta non solo alle diete di chi è affetto da celiachia, ma anche ad anziani, bambini e a tutti coloro che vogliono evitare l'eccesso di glutine nell'alimentazione.

    In cucina

    Tostando in padella i semi di quinoa per qualche minuto prima di bollirli si incrementa notevolmente il sapore. Per la cottura, che può variare dai 15 ai 20 minuti, l'acqua dev'essere almeno il doppio del volume.

    Il gusto della quinoa, particolarmente delicato, si adatta con estrema versatilità, ad ogni preparazione, sia dolce che salata. Se ne ricava anche una farina con cui possono essere realizzati biscotti e persino la pasta per i primi.

    MioBIO Discount consiglia All'interno del nostro negozio online, puoi trovare un'ampia gamma di Prodotti con QUINOA tra gli ingredienti.





    Informativa sul BLOG

  • La questione dell'Olio di Palma

     

    Uso e aspetti nutrizionali dell'Olio di Palma

    L'olio di palma è presente in tantissimi prodotti dell'industria alimentare, specialmente per i dolci da forno. Il fatto è che si tratta di un olio particolarmente economico. È insapore, quindi non altera la gradevolezza della preparazione. Irrancidisce lentamente, garantendo una conservazione più duratura. La sua introduzione nell'industria alimentare è dovuta all'inasprimento delle normative dell'OMS, impedendo l'uso dei grassi idrogenati delle margarine.

    olio di palma

    In effetti, come per tutti i grassi vegetali, non c'è colesterolo nell'olio di palma, a differenza dei grassi di origine animale come il burro o lo strutto. Ma ha un maggiore contenuto di grassi saturi rispetto ad altri oli vegetali come quelli di colza, soia o di girasole. D'altra parte l'acido palmitico è presente naturalmente nel latte di donna e, di conseguenza, nei prodotti per l'allattamento artificiale, nella percentuale del 10%.

    Conclusioni

    La premessa è quindi la moderazione, la consapevolezza da parte del consumatore dell'esistenza di una soglia giornaliera nell'assunzione dei grassi saturi che è meglio non superare. L'olio di palma resta una valido condimento nei limiti di un uso alternativo e non per il condimento giornaliero, dove l'olio d'oliva resta il sovrano incontrastato.

    Problema ambientale

    Piuttosto il vero aspetto critico imputabile all'olio di palma non è dietetico ma ambientale. La coltivazione delle palme da olio, che si concentra nel Sud-Est asiatico (in particolare in Indonesia e Malesia) sta comportando un massiccio processo di deforestazione per far spazio alle nuove piantagioni. Questo va ad impoverire la biodiversità delle foreste tropicali e ad annientare l'habitat di specie come quella dell'orango, oltre a stravolgere l'assetto idrogeologico del territorio.

    olio di palma

    Questo problema però non è strettamente legato alla palma da olio. Cosa succederebbe se al posto delle palme, ci trovassimo a dover spremere lo stesso volume d'olio da altre piante?

    MioBIO Discount consiglia

    All'interno del nostro negozio online, puoi trovare un'ampia gamma di prodotti con quinoa contenuta negli ingredienti o come componente unico.





    Informativa sul BLOG

  • Tè Rooibos, un alleato per la salute e il tuo benessere

     

    tè rooibos

    La bevanda ottenuta dall'essiccazione dell'omonima pianta di origine sudafricana di colore rosso, il tè rooibos in realtà non è un té. Risulta infatti privo di caffeina e il contenuto di tannini è molto basso, fatto che rende la bevanda naturalmente dolce.

    Proprietà e Benefici del tè Rooibos

    Studi condotti dall'istituto INRAN hanno confermato la presenza di potenti sostanze antiossidanti, che conferiscono al rooibos la capacità di contrastare i radicali liberi e di rallentare l'invecchiamento. Consumato al mattino ha proprietà tonificanti, mentre rilassa se bevuto prima di coricarsi.

    Efficace rimedio naturale contro l'ipertensione, contro nausea e vomito, ha proprietà digestive. Ha un buon contenuto di calcio, magnesio e zinco. È inoltre un eccelente alleato per contrastare l'eccesso di peso. Contiene infatti luteina, un polifenolo che inibisce l'azione degli enzimi che digeriscono i grassi, consentendone l'accumulo.

    La variante più efficace: il rooibos verde

    Proprio come per il tè, verde e nero, il rooibos verde non viene sottoposto al processo di fermentazione, pertanto conserva tutte le oltre 200 sostanze attive della pianta.

    Green_Rooibos

    MioBIO Discount consiglia

    All'interno del nostro negozio online, puoi trovare varie tipologie di bevanda al rooibos biologiche, anche nella variante GREEN. Le puoi trovare raccolte nella pagina web sul tè rooibos.



    Informativa sul BLOG

  • Aceto di Mele con Madre. Benefici e Utilizzo

     

    L'aceto di mele con madre dev'essere ricavato da succo fresco di mela biologico, spremuto a freddo, fermentato naturalmente con aceto 'Madre' e invecchiato in botti di legno. Dev'essere raw, ossia non scaldato, non pastorizzato e non filtrato, per mantenere intatta la 'madre'. L'aceto 'Madre' o 'Madre dell'aceto' è una sostanza composta da filamenti di cellulosa e da batteri acidi ed è ricca di enzimi benefici. Per distribuire meglio questi elementi si consiglia di agitare la bottiglia prima di ogni utilizzo.

    aceto di mele con madre

    Benefici dell'aceto di mele

    Nella realizzazione dell'aceto di mele si sviluppa l'acido malico che conferisce proprietà antifungine, antivirali e antibatteriche e in generale rinforza il sistema immunitario. Questo ne fa un elemento fondamentale nei trattamenti detossificanti.
    Notevole è inoltre la presenza di acido acetico, in grado di rallentare la digestione dell'amido, riducendo i picchi di glucosio, tipici del dopo pasto. Quindi è utile nelle diete ipoclaoriche.

    E' ricco di potassio, fondamentale per la costruzione muscolare e nella trasmissione degli impulsi nervosi.

    E' dotato di proprietà alcaline, in grado di mantenere corretti i livelli di pH dell'organismo.

    L'acido malico contribuisce anche a schiarire la pelle, riducendone le imperfezioni.

    Alcuni studi di laboratorio hanno individuato l'aceto di mele come agente in grado di uccidere le cellule tumorali e di rallentarne la crescita.

    Contribuisce a regolare della pressione sanguigna e a ridurre il deposito di clesterolo LDL.

    Utilizzi

    1. Ottimo per aggiungere sapore all'insalata.
    2. Da aggiungere al frullato o alla centrifuga.
    3. Per combattere la stanchezza cronica, mescolarne 3 cucchiai con un infuso energizzante.
    4. Come essenza per un bagno detossificante, metterne mezza tazza nell'acqua calda insieme ai sali e all'olio essenziale di lavanda.
    5. Per lenire le scottature, applicare sulla pelle lesionata più volte durante il giorno.


    MioBIO Discount consiglia

    All'interno del nostro negozio online, puoi trovare due marche di rinomato aceto di mele con madre: Aceto di Mele BRAGG. Aceto di Mele Biona.



    Informativa sul BLOG

  • I cereali integrali sono meglio

     

    Cereali integrali: come sono fatti e cosa contengono

    I cereali integrali, non avendo subito il processo di raffinazione, sono un'eccellente fonte di fibre, di nutrienti come vitamine, sali minerali e di antiossidanti come i lignani e i fenoli. Inoltre sono una buona fonte di acidi grassi polinsaturi.

    Germe di grano

    La raffinazione elimina nel chicco, oltre alla crusca, il germe di grano, ossia la parte più interna, che contiene il maggior numero di elementi nutritivi, lasciando solo amido e proteine.

    chicco di cereale

    I micronutrienti contenuti nel cuore del chicco svolgono invece importanti funzioni: migliorano le difese immunitarie, riducono i processi infiammatori, contribuiscono a proteggere le cellule dai radicali liberi.
    Qui sono contenute principalmente le vitamine, costituite da quelle del del gruppo B e, in misura minore, da beta-carotene, ossia pro-vitamina A. Le vitamine del gruppo B sono essenziali al corretto funzionamento del sistema nervoso e portano benefici quali contrasto alla stanchezza, alla depressione e rinforzano la memoria. Infine gli amidi non isolati dal processo raffinativo hanno un carico glicemico considerevolmente inferiore, limitando il ciclo della fame, che porta ad ingrassare.


    Fibra Alimentare

    La fibra contenuta principalmente nella crusca, assunta mangiando cereali integrali, oltre a favorire il transito intestinale, gioca un ruolo di primissimo piano nella prevenzione del tumore al colon-retto, come ampiamente dimostrato dalla ricerca scientifica, grazie alla sua azione di pulizia e di rimozione delle tossine. Inoltre quello che non viene assorbito nel processo digestivo, viene utilizzato come nutrimento dalla flora batterica intestinale.
    Un altra proprietà utile della fibra è quella di rallentare lo svuotamento gastrico, aumentando così il senso di sazietà.


    Cereali integrali: quali benefici apportano

    1. Grazie alle fibre aumenta il senso di sazietà e facilita il transito intestinale.
    2. Riduce l'assorbimento del colesterolo, agevolando l'opera di pulizia delle arterie e prevenendo malattie cardiovascolari.
    3. Apporta importanti nutrienti come vitamine, sali minerali e antiossidanti.
    4. Gli antiossidanti contrastano l'effetto dei radicali liberi, proteggendo dall'invecchiamento cellulare e dall'insorgenza di alcuni tipi di tumori
    5. Presenta un basso indice glicemico, ideale per una dieta dimagrante, a parità di calorie ingerite.

    Cereali integrali: quali sono

    Frumento o Grano
    Al primo posto fra tutti i cereali per produzione mondiale, ne esistono due varietà. Il grano duro viene macinato e utilizzato per produrre la pasta e alcuni tipi di pane, come quello di Altamura. Dal grano duro si ricava anche il cous cous e il boulgur. Il grano tenero, invece, può essere consumato in chicchi o trasformato in farina con cui si realizza il pane, la pizza e i prodotti da forno dolci e salati. Il frumento contiene beta-carotene, il precursore della vitamina A attivo contro i radicali liberi, le vitamine E, B6 e B3.


    Kamut
    Rispetto al frumento contiene dal 20 al 40% in più di proteine e presenta percentuali più elevate anche di lipidi, vitamine e minerali, in particolare magnesio, zinco e selenio. Il suo glutine è ancora più digeribile di quello del farro. Viene prodotto dalla Kamut International da coltivazioni biologiche del nordamerica. Il chicco è compatto, dal sapore dolce e resistente alla cottura. È disponibile sotto forma di chicchi, fiocchi e farina con cui si producono pasta, pane, grissini, focacce, biscotti, torte e brioche.

    cereali integrali


    Riso Integrale
    Ricco amidi e di proteine di buon valore biologico, contiene anche fibre che aiutano a mantenere in equilibrio la flora batterica intestinale, il riso integrale contiene anche preziosi sali minerali come fosforo, magnesio, potassio e silicio e alcune vitamine del gruppo B, indispensabili per il metabolismo cellulare. È inoltre privo di glutine.


    Mais o Granturco
    Si trova al terzo posto per produzione mondiale, dopo frumento e riso. I sali minerali presenti nel granturco sono il fosforo, il ferro ed il magnesio, mentre è scarso il contenuto vitaminico, rappresentato soprattutto dalle vitamine B1 e B6. I chicchi di mais naturali soffiati apportano ferro e magnesio, due minerali importanti per chi pratica sport. Come il riso integrale, il mais è privo di glutine.


    Farro
    Rispetto al frumento, contiene una maggior quantità di proteine, fibre, vitamine e sali minerali e una minore percentuale di glutine. Per la sua ricchezza in magnesio è da preferire al frumento nei regimi alimentari dei pazienti diabetici e per tutti coloro che praticano attività sportiva. Le sue fibre e i suoi grassi hanno una benefica azione emolliente e regolatrice dell’intestino. Può essere consumato in chicchi o trasformato in farina.


    Orzo
    Si differenzia dagli altri cereali per l’elevato contenuto dell’aminoacido lisina (406 mg); contiene inoltre calcio, ferro in modeste quantità, vitamine B1, B2 e PP.


    Avena
    È il cereale più ricco di principi nutritivi (13% di proteine oltre a potassio e grassi "buoni"). Inoltre le sue fibre mucillaginose aiutano l’evacuazione e mantengono sane le mucose intestinali. Il chicco può essere consumato cotto al vapore o bollito e aggiunto a verdure e legumi. I fiocchi d’avena sono ottimi nella colazione (il classico porridge) ed hanno un sapore particolarmente dolce. Ottimi a colazione o come spuntino energetico.


    Segale
    Dal punto di vista nutrizionale è molto simile al frumento anche se il contenuto proteico è leggermente inferiore. La ricchezza di fibre la rende adatta nei regimi dimagranti. Può essere consumata in chicchi, in fiocchi e in farina, con la quale si ottiene un pane duro e umido dal sapore leggermente amarognolo.


    Miglio
    Il suo valore nutritivo è intermedio tra il frumento ed il riso, rispetto ai quali contiene una maggiore quantità di lipidi, rappresentati principalmente da acidi grassi insaturi. Fornisce preziosi minerali come ferro, fosforo, magnesio, potassio, selenio e zinco, è ricco anche di vitamine e contiene più proteine del riso: un integratore naturale da consumare in chicchi o soffiato quando le giornate sono molto impegnative. L’assenza di glutine lo rende adatto alle persone che soffrono di celiachia.



    Gli Pseudo Cereali

    Grano Saraceno
    Conosciamo già il grano saraceno e l’azione dei suoi pigmenti contro i radicali liberi. È simile al grano dal punto di vista nutrizionale, da cui si differenzia per l’elevato contenuto di lisina (un aminoacido essenziale, indispensabile per la costruzione delle proteine) e per la presenza della vitamina P, una vitamina caratteristica degli agrumi, ma assente negli altri cereali, utile nella protezione dei vasi capillari e nella prevenzione dei disturbi cardiovascolari. Il grano saraceno è inoltre privo di glutine.


    Amaranto
    Contiene ferro e calcio. Il suo valore nutritivo è paragonabile a quello del miglio, con la sola differenza di un maggior contenuto in fibre, calcio, ferro e lisina, un aminoacido presente solitamente in scarsa quantità nei cereali. L’amaranto può essere consumato in chicchi, soffiato oppure trasformato in farina. Riscaldandoli brevemente, i semi scoppiano e si ottiene un pop-corn leggero e croccante. L’amaranto è privo di glutine.


    Quinoa
    La quinoa presenta un elevato valore nutrizionale. È ricca di calcio e contiene una sostanza che aiuta a combattere le infiammazioni cellulari e rallenta l’invecchiamento. La quinoa è senza glutine e si presta particolarmente ad essere coltivata con il metodo dell’agricoltura biologica.



    MioBIO Discount consiglia

    All'interno del nostro negozio online, puoi trovare un'ampia varietà di prodotti contenenti vari tipi di Cereali.



    Informativa sul BLOG

  • I Benefici della Melassa Scura

     

    La melassa scura o melassa nera viene estratta tramite un processo di centrifugazione dello zucchero di canna. Dalla prima estrazione si ricava la melassa bianca, caratterizzata da un gusto più gradevole, dalla seconda estrazione invece, esce la melassa nera, più pregiata.

    Melassa Scura

    Valori Nutrizionali

    È uno sciroppo dolcificante dalla elevata viscosità, da utilizzare come sostituto dello zucchero, ma con il 30-40% di calorie in meno.

    È ricco di sali minerali. 100 grammi di melassa contengono mediamente:

    1. ferro 11mg (il 60% della RDA per le donne in età fertile e il 100% per gli uomini e le donne dopo la menopausa);
    2. potassio 1500mg (il 75% della RDA);
    3. magnesio 90mg (il 30% della RDA);
    4. calcio 500mg (percentuale RDA variabile tra 800 e 1200mg a seconda del sesso e dell'età).

    Contiene inoltre importanti dosi di vitamine A, D, B2, B6 e ed F. Il 17% è costituito da amminoacidi, tra i quali i nove essenziali, ossia quelli che il nostro organismo, non producendo autonomamente, ha bisogno di ricavare dalla dieta.

    Indicazioni

    La melassa scura è indicata nei casi di: anemia, crampi, insonnia, ipoglicemia, reumatismi, stipsi spastica, varici. A differenza dello zucchero raffinato, ha un carico glicemico moderato, quindi ottimo dolcificante per diabetici e per chi segue una dieta iposodica. È un eccellente integratore naturale per il suo alto contenuto di elementi nutritivi.

    Posologia

    Uno dei metodi più indicati per assumere la melassa è quello di aggiungerne 2 cucchiai in una tazza di acqua molto calda, mescolare, poi bere quando l'acqua si è intiepidita.

    MioBIO Discount consiglia

    All'interno del nostro negozio online, puoi trovare una Melassa Scura di eccellente qualità, biologica e non solforata.



    Informativa sul BLOG

  • Fuori dall'anemia con una dieta vegetale

     

    Alimentazione vegetale ricca di ferro

    Il titolo del post sembra una provocazione, infatti è credenza comune che le migliori fonti di ferro, la cui carenza genera anemia, siano le carni, in particolare quelle rosse. Alla base di questo pensiero è il concetto che il ferro bio-disponibile si presenti sotto due forme.

    1. Ferro EME, presente nelle carni, facilmente assorbibile dall'organismo.
    2. Ferro NON EME, presente nei vegetali, più arduo invece da assorbire.


    Ferro non eme e anemia

    In realtà nei legumi e nelle verdure a foglia verde scuro, il contenuto di ferro è molto più abbondante che nella carne. Basta esaltarne l'assorbimento introducendo alimenti ricchi di vitamina C, un nutriente ampiamente contenuto in frutta e verdura. Aggiungendo la vitamina C, l'assorbimento di ferro non eme viene esaltato fino a 6 volte. Per fare un confronto, una bistecca grigliata di manzo scelta contiene 1,6mg di ferro, per 100 calorie, mentre le lenticchie ne hanno 2,9.

    ferro e vitamina c contro l'anemia

    Fonti vegetali del Ferro

    Le fonti vegetali del ferro si trovano nei seguenti alimenti: lenticchie (6,6mg/1 tazza), melassa scura(7mg/ 2 cucch), quinoa(6,3mg/ 1 tazza) fagioli (5,2mg/ 1 tazza), ceci (4,7mg/ 1 tazza), spinaci(2,9mg/1 tazza), tahini (2,6mg/ 2 cucch). Una tazza è un'unità di volume e corrisponde a 240ml, mentre un cucchiaio a 15ml. La RDA per il ferro è di 18mg al giorno per le donne in età fertile e di 11mg per gli uomini e le donne dopo la menopausa.

    Inibitori

    Un altro aspetto da tenere in considerazione è quello dei cibi contenenti fattori che limitano l'assorbimento del ferro. Si tratta dei polifenoli presenti nel che possono ridurre fino al 60% la bio-disponibilità del ferro, se il tè viene bevuto in prossimità di un pasto ricco di ferro. Altri fattori soni i fitati contenuti nei cereali integrali non lievitati o non ammollati, poi il latte e tutti i latticini. Infine anche lo stress è un forte inibitore.

    Conclusioni

    Per superare qualunque forma di anemia e ottimizzare l'assorbimento di ferro ottenuto con l'alimentazione:

    1. Mangiate cibi vegetali ricchi di ferro.
    2. Aiutate il vostro corpo ad assorbire il ferro mangiando nello stesso pasto cibi ricchi di vitamina C.
    3. Usate cereali lievitati, germogliati, ammollati, arrostiti.
    4. Se avete dei dubbi, fatevi le analisi del sangue.


    MioBIO Discount consiglia

    All'interno del nostro negozio online, puoi trovare molti alimenti ricchi di Ferro e Vitamina C. Puoi trovare anche una buona scelta di tè verde ricco comunque di proprietà, anche antitumorali, basta non berne in prossimità di pasti ricchi di ferro.



    Informativa sul BLOG

Oggetti 1 a 9 di 25 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3