Questo é un negozio demo. Tutti gli ordini effettuati attraverso questo negozio, non saranno onorati o portati a compimento.

GARANTIAMO il tuo shopping a 360 GRADI
 
Guadagna Punti Spesa Guadagna PUNTI SPESA
e trasformali in EURO
 
Sconto di Benvenuto SCONTO DI BENVENUTO
del 10% sulla tua spesa
 

Archivio mensile:giugno 2014

  • Suggerimenti alimentari. E se alcune abitudini a tavola si potessero correggere?



    Vediamo alcuni suggerimenti alimentari, utili per sfruttare al meglio le proprietà nutritive rilasciate dal cibo che mangiamo.

    Frutta a fine pasto

    Per quanto sia radicata l'abitudine di mangiarla a fine pasto, la frutta sarebbe in realtà meglio assumerla lontano dai pasti principali, a stomaco vuoto. Essendo costituita da zuccheri semplici, la fase di digestione all'interno dello stomaco è molto veloce, da 20 a 40 minuti. Se però lo stomaco è impegnato nella digestione di un pasto, il transito della frutta può durare 3-4 ore. A questo punto bisogna ricordare che la frutta che sosta per ore nello stomaco, è predigerita (masticata e trattata dagli enzimi della saliva) e si trova in un ambiente caldo e molto acido. Questo, specialmente se il pasto è pesante, può provocare fenomeni fermentativi, gonfiore e rallentamenti digestivi.

    Oltre ad evitare fermentazione nello stomaco, mangiare la frutta prima del pasto contribuisce a controllare la fame compulsiva e, di conseguenza, a limitare l'introduzione di troppe calorie. Naturalmente l'assunzione di frutta, viene prima di ogni considerazione: meglio a fine pasto che mai.

    L'indicazione non vale per tutti, ad esempio un diabetico, mescolando gli zuccheri semplici della frutta con quelli complessi di un pasto, è in grado di gestire meglio l'incremento glicemico, evitando l'assorbimento troppo rapido degli zuccheri della frutta.

    Suggerimenti alimentari

    Bere durante i pasti

    Viene consigliato di bere il meno possibile durante i pasti in quanto vengono diluiti i succhi gastrici e, per quanto intervengano i sistemi tampone a riequilibrare il pH dello stomaco, la digestione ne risulta rallentata.

    Se si avverte sete è comunque preferibile bere, in quanto è di gran lunga più importante evitare la disidratazione. Per migliorare le proprie abitudini in tal senso, prova a ridurre il consumo di sale e cerca di bere prima dei pasti.

    Abbinare pasta e carne nello stesso pasto

    L'associazione di carboidrati complessi e proteine animali non è indicata a causa dei conflitti enzimatici, che provocano un rallentamento della digestione.
    Per digerire la carne, lo stomaco deve aumentare l'acidità del suo ambiente. Al contrario, per la pasta, l'acidità dev'essere più bassa, altrimenti sarebbe compromessa l'efficacia degli enzimi che digeriscono gli amidi.

    Perciò, quando lo stomaco avverte la presenza sia di carne che di pasta, nel tentativo di digerire entrambi produce un livello medio di acidità, che non è l'ideale per nessuno. Questo causa un allungamento del processo digestivo all'interno dello stomaco, e quindi l'innesco di fenomeni fermentativi.




1 oggetto(i)