Questo é un negozio demo. Tutti gli ordini effettuati attraverso questo negozio, non saranno onorati o portati a compimento.

GARANTIAMO il tuo shopping a 360 GRADI
 
Guadagna Punti Spesa Guadagna PUNTI SPESA
e trasformali in EURO
 
Sconto di Benvenuto SCONTO DI BENVENUTO
del 10% sulla tua spesa
 

Archivio mensile:ottobre 2014

  • Dessert all'orientale: Amazake

     

    Amazake è tradotto letteralmente come "sake dolce". Si tratta di una crema in cui alcuni tipi di cereali (riso, miglio oppure avena) vengono lasciati fermentare con una cultura di koji, permettendo ai carboidrati di convertirsi in zuccheri semplici. Questo da origine ad un'alchimia di sapori naturalmente dolci dell'amazake.

    amazake

    Suggerimenti per il suo utilizzo

    In Giappone l'amazake viene normalmente consumato come bevanda, dopo essere stato diluito con acqua calda, setacciato e bevuto, per rendere l'inverno più caldo e confortevole. Tuttavia è un alimento molto versatile e può essere utilizzato anche in molti piatti occidentali. Ad esempio l'aggiunta di Amazake al frullato di frutta aggiunge proteine​​, consistenza e dolcezza, ma potrebbe anche essere aggiunto alla pastella per la frittura. Così densa e cremosa, è difficile credere che tra i suoi ingredienti non vi sia latte o qualche derivato.

    Benefici

    L'Amazake ha pochi grassi ed è privo di prodotti lattiero-caseari, di zucchero raffinato e lattosio. Ad alto contenuto di vitamine del gruppo B, niacina e tiamina, è considerato un alimento ideale per i bambini e anche per le persone con cattiva digestione. Questo prodotto versatile è ricco di enzimi attivi che pre-digeriscono i grassi, le proteine ​​e convertono i carboidrati complessi in zuccheri semplici, acidi grassi e amminoacidi.

    casse per il koji MioBIO Discount consiglia

    All'interno del nostro negozio online, l'Amazake è disponibile nei tre diversi cereali: riso integrale, miglio e avena, ognuno con il suo sapore caratteristico. I prodotti proposti sono della Clearspring. Il fondatore di Clearspring, Christopher Dawson, è vissuto 18 anni in Giappone ed è diventato un esperto di di cibo giapponese.

    Altre specialità giapponesi: Condimento all'orientale: il Miso.





    Informativa sul BLOG

  • Grasso. Come smaltirlo


    Grasso e Insulina

    I grassi corporei si producono, naturalmente, tramite i lipidi contenuti nel cibo. Alimenti ricchi di grassi, come oli, formaggi e condimenti vari, assunti in eccesso, si depositano nelle nostre cellule adipose.
    In questo, un ruolo chiave viene giocato dall'ormone dell'insulina. Ogni volta che mangiamo, la produzione di insulina viene stimolata principalmente a causa della presenza di zuccheri e carboidrati.

    Alti livelli di insulina spingono i lipidi a depositarsi nel tessuto adiposo. Quindi, ad esempio, mangiare molta pasta con un sugo particolarmente unto, tende a farci ingrassare.

    Zucchero nel sangue

    Come restare in forma

    Possiamo superare la problematica utilizzando una delle seguenti possibili strategie dietetiche.

    1. Assumere quantità di cibo moderate. Mangiare poco risolve il problema alla radice.
    2. Mangiare buone dosi di carboidrati, ma associate a modeste quantità di grassi. Ricordarsi di praticare attività fisica.
    3. Al contrario, fare pasti ricchi di grassi, ma con pochi carboidrati. In questo modo i lipidi, non venendo spinti dall'insulina, possono venire bruciati dai muscoli e non si depositano nel tessuto adiposo. Anche qui serve associare dello sport.
    4. Suddividere i pasti in piccole porzioni distribuite lungo tutta la giornata. In questo modo i livelli di insulina rimangono sotto controllo.
    5. Condensare tutta la razione giornaliera di cibo in uno, massimo due pasti (colazione e pranzo, oppure colazione e cena). In pratica si tratta della soluzione del digiuno intermittente.

    Attenzione però, al di la della biochimica nutrizionale, resta il fondamento di base: non assumere più calorie di quante se ne possano bruciare con la nostra attività fisica.

    Diete a prevalenza proteica

    Una piccola digressione meritano le tecniche di dimagrimento associate a diete prevalentemente proteiche. Al di la della loro efficacia, occorre ricordare che il nostro organismo è in grado di metabolizzare una quantità relativamente esigua di proteine. Tutto cio che eccede va a carico di fegato e reni.

    MioBIO Discount consiglia
    All'interno del nostro negozio online, puoi trovare numerosi prodotti che ti aiutano a contrastare i carichi insulinici. Alcuni esempi:

    1. Fiocchi d'avena
    2. Malti d'orzo, melassa scura e malti di riso, dolcificanti a basso indice glicemico.
    3. Legumi
    4. Zuppe








    Informativa sul BLOG

  • Le proprietà benefiche della Rosa Canina

     

    Sostegno della rosa canina alle difese immunitarie

    Arbusto spinoso alto 1, 2 metri. I suoi frutti sono bacche ovoidali e carnose e colorate dal giallo al rosso intenso, chiamati "cinorrodi" raggiungono la maturazione nel tardo autunno.

    rosa canina

    I giovani germogli hanno proprietà immuno-stimolante, cioè regolano la risposta immunitaria dell’organismo, conferendo al preparato a base di rosa canina un'efficace azione contro tutte le forme di allergia.

    Un valido antinfiammatorio

    La proprietà antinfiammatoria trova un importante impiego terapeutico nelle infiammazioni acute che comportano alterazioni delle mucose nasali, degli occhi e delle prime vie infiammazioni e con conseguente produzione di catarro. Per tali proprietà, la rosa canina non solo rappresenta un ottimo rimedio nella prevenzione di allergie e nella cura di rinite, congiuntivite e asma dovute al contatto con pollini, ma è consigliato nelle affezioni infantili come le tonsilliti, le rinofaringiti, otiti, tosse e raffreddore di origine infettiva. Le bacche della rosa canina sono considerate le "sorgenti naturali" più concentrate in Vitamina C, presente in quantità fino a 50-100 volte superiore rispetto alle arance e limoni, e per questo in grado di contribuire al rafforzamento delle difese naturali dell'organismo (100 grammi di bacche contengono la stessa quantità di vitamina C di 1 kg degli agrumi tradizionali).

    rosa canina

    Un antiossidante naturale

    L’azione vitaminizzante si lega a quella antiossidante dei bio flavonoidi, contenuti nelle polpa e nella buccia, che agiscono sinergicamente alla Vitamina C, ottimizzando la circolazione sanguigna. Questo benefico effetto sulla qualità del sangue è dovuto alla sua capacità di favorire l'assorbimento di calcio e del ferro nell'intestino, equilibrando il livello di colesterolo e contribuendo alla produzione di emoglobina; inoltre rende attiva la vitamina B9 (acido folico) dal leggero effetto antistaminico.

    Un tonico contro la stanchezza e lo stress

    In questo senso la rosa canina è un eccellente tonico per fronteggiare l'esaurimento e la stanchezza, aiuta a sconfiggere lo stress; stimola l’eliminazione delle tossine (soprattutto gli acidi urici, che provocano gotta e reumatismi) attraverso la diuresi. Le bacche hanno un’azione astringente dovuta alla presenza di tannini, utile in caso di diarrea e coliche intestinali.

    MioBIO Discount consiglia

    All'interno del nostro negozio online, puoi trovare diversi prodotti che utilizzano la rosa canina tra i loro ingredienti. Troverai composte, mieli e nettari senza zuccheri aggiunti spalmabili, ricavati al 100% dalla bacca.





    Informativa sul BLOG

  • Fonti Nutrizionali Vegetali


    fonti_nutrizionali

    Il nostro organismo è in grado di reperire tutto quello che necessita per il suo sostentamento, utilizzando fonti nutrizionali di tipo vegetale. Di seguito, saranno indicate alcune liste con le corrispondenze tra cibi vegetali ed elementi nutritivi.

    Fonti vegetali di alcuni minerali

    • calcio tofu (se preparato usando il solfato di calcio arriva a contenere piu’ di quattro volte il calcio contenuto nel latte bovino), verdure dalle foglie verdi, noci e semi, alghe, cavoli, rapa, broccoli, semi di sesamo tostati, fichi secchi, fagioli, ceci; alcune acque minerali

    • cromo cereali integrali

    • ferro verdure dalle foglie verdi, legumi (ceci, fagioli, soia), crucifere (cavolo, broccoli), i cereali integrali e frutta secca (fichi e albicocche). La vitamina C aumenta l’assimilabilita’ del ferro

    • fosforo tutti i vegetali

    • iodio sale iodato e alghe

    • magnesio tofu, legumi, cereali, banane, arance, cavolo

    • manganese germe di grano, cereali (specialmente se integrali), negli spinaci, nel tempeh

    • molibdeno legumi e cereali (specialmente se integrali)

    • potassio asparagi, patate, avocado, papaia, pomodoro, cavolo, melone, legumi

    • rame legumi, tempeh, tahini, noci e frutta secca, orzo

    • selenio cereali (specialmente se integrali) e legumi

    • sodio tutti i vegetali, sale da cucina

    • zinco ceci, lenticchie, fagioli azuki, germe di grano, nocciole, pistacchi, semi di zucca



    Fonti vegetali di alcune vitamine

    • A carote, patate, pomodori, zucche, spinaci, mango, papaia

    • Gruppo B cereali integrali

    • B1 (tiamina) cereali (specialmente se integrali), lievito alimentare, legumi, germe di grano, arance, ananas, melone, semi di sesamo e di girasole

    • B2 (riboflavina) cereali (specialmente se integrali), alghe, spinaci, patate, funghi, mandorle, banane

    • B6 (piridossina) cereali (specialmente se integrali), patate, pomodori, avocado, banane, meloni, arance

    • B12 latte di soia o cereali addizionati o integratori

    • C (acido ascorbico) kiwi, agrumi, fragole, broccoli, peperoni, cavolfiore

    • D è prodotta dalla pelle esposta al sole (una esposizione giornaliera alle braccia e volto per una media di 15 minuti è più che sufficiente), integratori in caso di forte carenza

    • E patate, mango, avocado, mandorle, nocciole, arachidi, semi di girasole

    • K tutti i vegetali a foglia verde (specialmente cavolo e lattuga)


    Fonti vegetali di acido folico, acido pantotetenico, biotina, niacina e grassi omega 3

    • acido folico tutti i vegetali (specialmente broccoli, asparagi, legumi, arance)

    • acido pantotenico tutti i vegetali

    • biotina legumi (specialmente la soia), cereali, mandorle, spinaci, funghi

    • niacina cereali, funghi, patate, avocado, tempeh, noccioline

    • grassi omega-3 semi di lino decorticati e olio di lino crudo



    MioBIO Discount consiglia
    Puoi trovare all'interno della pagina Vitamine e Minerali i prodotti proposti dal nostro negozio online, in base agli elementi nutritivi di cui sono maggiormente ricchi. Questo ti aiuterà a fare la scelta migliore, partendo dalle tue necessità nutrizionali.



4 oggetto(i)