Questo é un negozio demo. Tutti gli ordini effettuati attraverso questo negozio, non saranno onorati o portati a compimento.

GARANTIAMO il tuo shopping a 360 GRADI
 
Guadagna Punti Spesa Guadagna PUNTI SPESA
e trasformali in EURO
 
Sconto di Benvenuto SCONTO DI BENVENUTO
del 10% sulla tua spesa
 

intolleranza al glutine

  • Quinoa, un alimento digeribile e nutriente

     

    Un alimento... importante

    Originaria della Bolivia, la quinoa è una pianta arbustiva, appartenente alla stessa famiglia delle bietole. Nutrizionalmente è un alimento altamente digeribile, privo di glutine, proteico e con poche calorie.

    È inoltre una pianta facile da coltivare e un alimento particolarmente dotato di proprietà nutritive, tant'é che sembra venga considerata alle Nazioni Unite come l'arma perfetta per sanare la piaga della fame nel mondo.

    quinoa

    Proprietà

    1. Contiene fibre e minerali, come fosforo, magnesio, ferro, zinco e calcio, a cui si aggiungono le vitamine A ed E.
    2. È un’ottima fonte di proteine vegetali, migliore di di riso, miglio e grano. Contiene infatti tutti i 9 aminoacidi essenziali che il nostro organismo non riesce a sintetizzare e che ha bisogno di assumere dalla dieta.
    3. Presenta un buon equilibrio tra proteine e carboidrati.
    4. Contiene grassi in prevalenza insaturi.
    5. L'assenza di glutine la rende adatta non solo alle diete di chi è affetto da celiachia, ma anche ad anziani, bambini e a tutti coloro che vogliono evitare l'eccesso di glutine nell'alimentazione.

    In cucina

    Tostando in padella i semi di quinoa per qualche minuto prima di bollirli si incrementa notevolmente il sapore. Per la cottura, che può variare dai 15 ai 20 minuti, l'acqua dev'essere almeno il doppio del volume.

    Il gusto della quinoa, particolarmente delicato, si adatta con estrema versatilità, ad ogni preparazione, sia dolce che salata. Se ne ricava anche una farina con cui possono essere realizzati biscotti e persino la pasta per i primi.

    MioBIO Discount consiglia All'interno del nostro negozio online, puoi trovare un'ampia gamma di Prodotti con QUINOA tra gli ingredienti.





    Informativa sul BLOG

  • Intolleranza al glutine


    Recenti e numerosi studi suggeriscono di limitare l'assunzione di glutine. Vediamo di spiegarne i motivi. Si tratta di un complesso proteico che si forma durante l'impasto tra acqua e farina di alcuni cereali tra cui frumento, farro, segale e orzo. Conferisce agli impasti elasticità, coesione e migliora il processo di panificazione. Tuttavia ...

    Celiachia

    Durante la digestione, i soggetti sensibili subiscono una reazione di intolleranza allergica, mentre le persone affette da Celiachia (ossia quelle in cui l'intolleranza è nella sua forma più acuta e grave) sviluppano anticorpi che causano vere e proprie reazioni patologiche a carico dei villi intestinali. Si hanno carenze nutrizionali, anemia, affaticamento, abbassamento della forza del sistema immunitario, fino all'aumento dei rischi di mortalità.

    Intolleranza al glutine

    Non si nasce celiaci, ma con una predisposizione che può scatenare la malattia in caso di fattori ambientali quali lo stress, infezioni, gravidanze. Ultimamente le diagnosi di Celiachia sono raddoppiate, grazie anche alla maggior attenzione dei medici verso questa intolleranza, anche se sembra si tratti solo della punta dell'iceberg. Si pensa che su 100.000 pazienti diagnosticati, ne siano attesi oltre 500.000 nella popolazione italiana.

    Sensibilità al glutine

    Dicevamo che non solo i celiaci soffrono di problemi legati all'intolleranza al glutine. Esiste una sensibilità che causa disturbi come gonfiore, affaticamento, problemi digestivi, che diminuiscono notevolmente se viene eliminata l'assunzione di glutine. Questa sensibilità sembra essere molto più diffusa della Celiachia ma, non essendoci valide misure per diagnosticarla, l'unico modo per evidenziarla è eliminare il glutine dalla dieta per un periodo per poi reintrodurlo e verificare se insorgono o meno i sintomi.

    Sintomi indicatori di intolleranza al glutine

    Di seguito presentiamo una lista dei sintomi che potrebbero essere causati da un'intolleranza al glutine. Se si nota la presenza di tre o quattro di questi sintomi, potrebbe essere interessante effettuare una verifica.

    1. Gonfiore a fine pasto (con glutine), seguiti da diarrea o stitichezza.
    2. Stanchezza e affaticamento a fine pasto (con glutine) o affaticamento cronico.
    3. Presenza di una malattia autoimmune come l'artrite reumatoide, la colite ulcerosa o la psoriasi.
    4. Vertigini e mancanza di equilibrio.
    5. Mal di testa frequenti.
    6. Comparsa di piccoli puntini rialzati nella parte posteriore delle braccia.
    7. Dolori alle articolazioni, dita, ginocchia, fianchi.
    8. Ansia, sbalzi d'umore, depressione, iperattività.


    Effetti negativi verso la popolazione non sensibile

    Vi sono ricerche che attesterebbero l'insorgenza di disturbi provocati dal glutine, anche a chi non ha intolleranza o sensibilità. A livello intestinale, ci sarebbe un indebolimento nei filtri che dovrebbero inibire l'assorbimento delle sostanze tossiche presenti nel cibo.

    Alte percentuali nel sangue degli anticorpi del glutine, sarebbero state riscontrate anche in soggetti affetti da patologie di carattere neurologico, come l'epilessia, o di tipo autoimmune come la sclerosi multipla.

    Ridurre le assunzioni di glutine

    Per questi motivi, un numero sempre maggiore di nutrizionisti e dietologi consigliano di variare la propria dieta, inserendo più spesso pasti a base di cereali senza glutine. Ad esempio riso, mais, grano saraceno, miglio e quinoa.


    MioBIO Discount consiglia

    All'interno della nostra bottega online, è presente un'intera categoria di prodotti Senza Glutine. Puoi trovare molti e gustosi alimenti da provare, in modo che tu possa mettere in pratica il consiglio di diminuire l'assunzione di glutine, senza dover affrontare il sacrificio di... perderci in gusto.




2 oggetto(i)